NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Gennaio 2016

PESCA:  richiesta revisione allegato A del Decreto Ministeriale 28 dicembre 2015

Ci siamo rivolti, con una specifica nota, alla Direzione Generale del Dipartimento Pesca del MIPAAF e all'Assessorato competente della Regione Calabria, per sottolineare l'importanza per i piccoli operatori della pesca e più in generale per la pesca costiera della Calabria, del recente Decreto Ministeriale 28 dicembre 2015 che mira a autorizzare, in deroga, la pesca del "rossetto" e del "cicerello".

L'importanza del provvedimento è data dalla necessità di valorizzare le comunità̀ costiere e gli operatori della piccola pesca, particolarmente legati ad antiche tradizioni da mantenere nella consapevolezza della sostenibilità produttiva e ambientale da difendere come grandi risorse economiche.

Tuttavia il decreto riporta una serie di discrasie da noi segnalate per evitare che i positivi effetti della norma possano essere inficiati da alcuni fattori distorsivi che andrebbero meglio chiariti, a cominciare dall'iniqua scelta di selezionare, adottando criteri che sfuggono alla ragionevole comprensione, solo 98 imbarcazioni tra quelle che ne avrebbero titolo e diritto.

In effetti risultano escluse dall'elenco indicato nel decreto, imbarcazioni di significative marinerie calabresi che hanno maturato il requisito dei cinque anni di attività “comprovata”. In particolare, pur risultando autorizzate alle pesche speciali sino al 2010, sono state escluse le imbarcazioni di intere marinerie sia del versante ionico sia di quello tirrenico della Calabria.

Tutto ciò sta producendo forti tensioni che andrebbero evitate, poiché si innervano su un lungo periodo di crisi che ha colpito l’intera filiera dell’economia ittica e in particolare le attività̀ collegate alla produzione ed alla trasformazione dei prodotti delle pesche tradizionali.

Abbiamo perciò chiesto la revisione dell’allegato A del Decreto Ministeriale 28 dicembre 2015, con l'inserimento delle imbarcazioni mancanti che facevano parte dell’elenco di quelle già autorizzate alle cosiddette pesche speciali sino al 2010.

Presidenza nazionale ALPAA

 

Copyright (c) www.alpaa.it 2014-2018

Via Benedetto Musolino, 21 – 00153 ROMA, tel: 06-5880985 - http://www.alpaa.it